OPUSCOLO SUI TARTUFI

Alfonso Ciccarello - ediz.1976 anastatica testo 1567 - Euro 16,00 - Esaurito


Questo "Opuscolo sui tartufi" di Alfonso Ciccarello, medico di Bevagna, nell'Umbria, rappresenta un piccolo scoop a livello scientifico da parte dei Cavalieri. Leggiamo ciò che Arturo Ceruti, professore ordinario presso l'Università di Torino, direttore dell'Orto Botanico e del centro di Micologia del Terreno del C.N.R., scrive nella prefazione. "Non sono due anni che presentavo al pubblico il libro del Conte de Borch sui tartufi del Piemonte e consideravo tale libro come il primo dedicato ai tartufi. Ma l’amico Luciano de Giacomi è riuscito a scovare, non so come e non so quando, questo valumetto, del tutto ignoto ai micologi uscito nel 1564 per opera del medico Alfonso Ciccarello di Bevagna. Il volumetto è assai interessante, poichè rispecchia tutto quanto si conosceva su questi singolari funghi, che ornavano e profumavano le tavole ricche del nostri avi, con apporto di osservazioni personali, di notizie raccolte dalla viva voce di contemporanei, e di una quantità enorme di citazioni, molte delle quali però esistevano solo nella sua accesa fantasia. Ma il suo ragionamento è sempre coerente e convincente e quasi sempre conforme alle conoscenze moderne".