ROERO ARNEIS DOCG

Il vitigno arneis è diffuso soprattutto nella provincia di Cuneo, sulla sinistra del fiume  Tanaro, nella zona del Roero. In passato veniva anche chiamato Bianchetta o Nebbiolo bianco. L'origine di questo vitigno è quasi sconosciuta, ma si trova citato in un Saggio Ampelografico del 1877. 

L'Arneis matura nella terza decade di settembre ed ha una produttività elevata e costante.
Dà vini bianchi di buona personalità con piacevoli sensazioni fruttate, da consumare entro uno-due anni a causa della non abbondante presenza di acidità. Ne esiste anche una versione passita. 

Il Roero Arneis è un vino DOCG riconosciuto ufficialmente come tale tramite Decreto Ministeriale del 7 dicembre 2004 emanato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (pubblicato in G.U.n° 301 del 27 dicembre 2004).